Agricoltura, l’UniFg chiama a raccolta 100 scienziati da 18 Paesi per Model-It 2019

L’Università di Foggia chiama a raccolta a Molfetta, dal 9 al 13 giugno, più di 100 ricercatori provenienti da 18 Paesi: l’equipe cercherà di spiegare come si può prevedere il comportamento delle piante per ottimizzarne la produzione.

Gli scienziati sono invitati a partecipare alla sesta edizione di Model-It 2019 (International Symposium on Modeling in Horticultural Supply Chain), prestigioso simposio scientifico internazionale. Si tratta di un appuntamento molto prestigioso, rigorosamente in lingua inglese, itinerante e a cadenza quadriennale: l’ultima edizione si è svolta a Wageningen, in Olanda, nel 2015. Model.It 2019 si pone l’ambizioso obiettivo di guardare al futuro, anzi di mettere gli occhi del futuro a disposizione del presente: come tutto questo sia possibile, lo dimostreranno le risposte –puntualmente fornite – alle domande poste in apertura. La tecnologia al servizio della terra, per migliorarne la resa e soprattutto per salvaguardarne l’utilizzo. Organizzatore di Model-It 2019 è l’Università di Foggia in collaborazione con l’International Society of Horticultural Science, ma l’evento si avvale dell’importante patrocinio della Società Italiana di Orto-floro-frutticoltura (SOI), dell’Associazione Italiana di Ingegneria Agraria (AIIA) e della Società Italiana di Spettroscopia NIR (SISNIR), oltre a quelliistituzionali del Consiglio della Regione Puglia e della Città di Molfetta.

Ad aprire il congresso sarà l’attesa relazione del prof. Harald Martens (Norwegian University of Science and Technology), scienziato la cui fama mondiale è legata alla nascita dell’analisi multivariata: il prof. Martens parlerà delle principali possibilità nell’ambito dell’analisi dei Big Data e presenterà un software per l’intelligenza artificiale. «Siamo soddisfatti della risposta della comunità scientifica internazionale – commentano la prof.ssa Maria Luisa Amodio e il prof. Giancarlo Colelli dell’Università di Foggia, organizzatori dell’evento – e siamo estremamente fiduciosi sulla riuscita dell’evento, in termini di qualità delle relazioni scientifiche ed ampiezza degli argomenti trattati»

Condividi sui Social!