Alberona, Il Club per l’Unesco indice due concorsi dedicati ai Monti Dauni

Il Club per l’UNESCO di Alberona – Monti Dauni  indice due concorsi dedicati al paesaggio,al cibo, ai riti e alle tradizioni dei borghi dei Monti Dauni ai tempi della quarantena del coronavirus. Due progetti virtuali, per il momento, che attraverso le immagini il primo, e la tradizione gastronomica il secondo racconteranno un territorio unico, ricco e straordinariamente affascinante anche in questo tempo di silenzio. Il primo concorso si intitola PASQUA 2020-SCATTO FOTOGRAFICO e rientra nel Progetto “FICLU in azione”- promosso dalla FICLU nell’ambito dell’azione dedicata alla ”Identità – Comunità d’eredità -Word Heritage” per il raggiungimento degli Obiettivi Agenda 2030  e,specificamente le azioni “Paesaggi culturali ed emozioni” “ Beni culturali minori e Borghi storico rurali”. Il progetto si propone di raccontare attraverso fotografie e video la Pasqua del silenzio, dei paesi deserti, la Pasqua del dolore, la Pasqua della paura, ma anche la Pasqua della speranza, dell’amore,della solidarietà, dell’amicizia, della condivisione, dei camici bianchi, delle mascherine, dei nostri “eroi”. Premio per i primo tre classificati  un week-end in uno dei borghi dei Monti Dauni.

Il secondo concorso si intitola  LA DIETA MEDITERRANEA AL TEMPO DEL CORONAVIRUS: I SUOI EFFETTI E BENEFICI. Anche in             questo caso è un progetto che rientra nell’ambito delle attività della FICLU dedicate alla promozione dei valori che della Dieta Mediterranea “Identita’ Dieta Mediterranea-Saperi e Sapori per l’integrazione culturale”. Nello specifico, il Club per l’UNESCO di Alberona, ideatore e organizzatore del “Festival della Dieta Mediterranea”, evento diventato sul territorio un appuntamento ormai costante da diversi anni, intende raccogliere ricette di piatti tradizionali ispirati alla Dieta Mediterraneaall’identità territoriale e alla stagionalità dei  prodotti.  I primi dieci classificati concorreranno alla gara di cucina che si svolgerà nel corso della prossima edizione del Festival della Dieta Mediterranea. “In un momento così difficile per tutti, in  cui è a rischio la salute, ma anche la socialità, ritengo sia importante stimolare e valorizzare la creatività e stare vicini,sebbene distanti” dice la presidente del Club per l’Unesco di Alberona, Orfina Scrocco  ”in linea con le direttive nazionali della Ficlu e degli Obiettivi dell’Agenda 2030, si è pensato di rendere questo tempo così difficile e fragile, utile per continuare a recuperare il nostro patrimonio culturale immateriale”.

Condividi sui Social!