Alla scoperta delle masserie storiche della Capitanata: comincia il ‘viaggio’ di Trame Rurali

Quante masserie storiche in Capitanata? Di quale patrimonio culturale stiamo parlando? Di tutto questo (e molto altro) tratterà  il progetto Trame Rurali, il workshop che avrà inizio sabato 14 settembre a partire dalle ore 15 presso L’Urban Center di Lucera.

Promosso da ArcheoLogica srl, società di servizi e progetti per i beni culturali,  nato grazie alla sinergia tra Masserie di Puglia e Daunia Land Art, il workshop si configura come un processo di indagine, progettazione e costruzione partecipata che intende far dialogare portatori di interesse, esperti e istituzioni sul tema del recupero e della valorizzazione dei Paesaggio Rurale di Capitanata, mettendo le comunità locali nella condizione di poter conoscere gli strumenti per intervenire positivamente sul patrimonio paesaggistico del proprio territorio.

6 giorni caratterizzate da transdisciplinarietà, quattro gli ambiti di studio con approcci progettuali differenti, ma contestuali, applicabili al concetto di rigenerazione: paesaggio, architettura, design e arte ambientale (land art).

Anna Costa, Chiara Rizzi, Enzo Calabrese, Emilio Fantin saranno i quattro tutor che seguiranno il gruppo di giovani progettisti: a loro il compito di sviluppare le potenzialità di riuso del patrimonio architettonico rurale in grado di favorire un nuovo e sostenibile ciclo di vita. I giovani progettisti sono stati selezionati fra tutti coloro che hanno risposto al bando aperto tra il 30 luglio e il 21 agosto, successivamente prorogato fino al 25 agosto.

Oggetto di progettazione da parte di tutor e giovani progettisti saranno le masserie del territorio dei Monti Dauni site nella parte nord della Puglia, elemento fortemente identitario del paesaggio storico di Capitanata, ma in gran parte depotenziato e spesso in abbandono.

Condividi sui Social!