Attentato dinamitardo a Vieste: ordigno davanti abitazione parente Marco Raduano

Un ordigno rudimentale è stato fatto esplodere ieri notte, nel centro storico di Vieste davanti al portone di ingresso di uno stabile dove vive anche un 39enne, già noto alle forze dell’ordine, parente di Marco Raduano, ritenuto dagli inquirenti esponente dell’omonimo clan del centro garganico. L’esplosione ha danneggiato la parte inferiore del portone e della cornice dello stesso.  Sull’accaduto indagano i carabinieri.

Condividi sui Social!