Capitanata e BAT più vicine col Distretto Produttivo Puglia Federiciana

Arriva l’okay alla nascita del Distretto Produttivo agroalimentare di qualità Puglia Federiciana, che mette in comunicazione il Basso Tavoliere con i territori della BAT come Molfetta, Trani e Bisceglie. Si tratta del primo esperimento in Puglia, nato dall’alleanza tra il Gal Tavoliere di Cerignola e il GAL Ponte Lama in partnership con le associazioni Le strade del Vino e le Strade dell’olio.

Il sodalizio permetterà in concreto di favorire le iniziative e i programmi di sviluppo su base territoriale tesi a rafforzare la competitività, l’innovazione, l’internazionalizzazione, la creazione di nuova e migliore occupazione e la crescita delle imprese che operano in diversi settori, a cominciare dall’agricoltura.

Col Distretto Produttivo, che ricalca modelli simili già avviati in Lombardia, Emilia Romagna e Toscana, si creerà una piattaforma utile ad accedere ai finanziamenti nazionali ed europei in ambito agricolo, sfruttando soprattutto l’imponente mole di aziende agroalimentari diffuse dal Basso Tavoliere fino alla Bat.

“Il Distretto Produttivo ha dei margini enormi e si candida a tutti i progetti di sviluppo sia nazionali che europei, è uno strumento che permette di intercettare tutti i fondi, è un risultato storico per tutta la Regione”, è il commento del presidente del GAL Tavoliere Onofrio Giuliano. “Sono sicuro che questo distretto valorizzerà al massimo le vocazioni territoriali previste, incoraggiando anche forme di buona occupazione”, dice l’assessore regionale Mino Borraccino.

mc

Condividi sui Social!