Carapelle, altro attentato alla cooperativa “Natura dauna”: distrutti 3000 cassoni in plastica

E’ certamente di natura dolosa l’incendio che, ieri notte, ha distrutto quasi tremila cassoni in plastica per la raccolta degli ortaggi all’interno della cooperativa agricola “Natura dauna” di Carapelle nel foggiano, di proprietà di Matteo Sgarro, di 44 anni.  Sul posto hanno operato diverse squadre dei vigili del fuoco  e i carabinieri che stanno verificando se via siano immagini della videosorveglianza. Non è la prima volta che la cooperativa agricola subisce intimidazione e attentati. L’ultimo il 2 aprile scorso quando, ignoti hanno fatto esplodere un ordigno rudimentale nel fabbricato in costruzione destinato alla vigilanza dell’azienda.  Inoltre lo scorso anno, sempre ad aprile la cooperativa agricola subì l’incendio di 4mila contenitori in plastica utilizzati  per la raccolta degli ortaggi e della frutta e nel maggio successivo, una bomba fu fatta esplodere dopo essere stata posizionata su una ruota del veicolo della moglie dell’imprenditore. Le indagini ancora una volta sembrano indirizzarsi nel settore agricolo: la cooperativa di Carapelle, infatti, è una delle più importanti in provincia di Foggia nella lavorazione di ortaggi.

Condividi sui Social!