Comune di Foggia, mozione Fratelli d’Italia

 

I sottoscritti consiglieri comunali,

ATTESO

-che l’emergenza socio-sanitaria a causa del diffondersi del Covid-19,nelle previsioni della comunità scientifica,si protrarrà per un periodo di tempo,difficilmente quantificabile e comunque durante uno spazio temporale tale da creare non soltanto problematiche di natura sanitaria,ma anche e soprattutto di natura economica;

 

-che attualmente ,a causa della chiusura della maggior parte delle attività economiche e commerciali della città di Foggia,si manifestano forme di depauperamento del patrimonio e della liquidità della quasi totalità delle categorie produttive e dei settori professionali;

 

-che le classi meno abbienti,composte principalmente da soggetti : titolari di pensioni minime / sociali  ;con lavoro precario / sommerso ; da disoccupati /espulsi dai processi produttivi,versano in difficili condizioni di vivibilità e di sopravvivenza già da adesso ;

 

-che l’impoverimento e la esasperazione della popolazione potrebbe dare adito  anche a fenomeni di intolleranza e di violenza sociale da parte di chi non potrà non solo curarsi,ma soprattutto sopravvivere;

 

Chiedono

 

-la costituzione,presso il comune di Foggia, di un tavolo permanente per la gestione dell’emergenza povertà,con le parti sociali ed economiche,associazioni datoriali e di categoria,sindacati e ordini professionali;

 

-in attesa di provvedimenti ben più congrui da parte del Governo centrale e regionale ,urgenti misure di tamponamento alla dilagante povertà delle famiglie della città,attraverso azioni sia programmatiche e organizzative,che economiche e di assistenza,anche,laddove fosse necessario con

una convocazione urgente del consiglio comunale,con l’ausilio della tecnologia in video-conferenza,per affrontare  un bilancio di previsione di emergenza e  per approvare quindi :

 

  1. a) la creazione di un fondo di solidarietà,pari ad almeno 1 milione di euro, per l’erogazione di contributi in favore delle micro-imprese,attività commerciali e artigianali quali esercizi di vicinato,esercizi pubblici e titolari di posteggio nelle aree mercatali,operatori turistici,attraverso procedure di massima celerità;

 

b)Attivazione di strumenti di promozione e sviluppo del commercio attraverso azioni di valorizzazione, nonchè  attivazione di agevolazioni tributarie e sostegno finanziario,anche con l’eventuale applicazione della legge regionale n 24 del 16 aprile 2015 e del Documento Strategico del Commercio del comune di Foggia;

 

c)sospensione dei pagamenti della Cosap, per tutto il periodo dell’emergenza socio-sanitaria, e il recupero graduale degli importi dovuti ,attraverso un piano di rateizzazione compatibile;

 

d)creazione di un fondo di solidarietà a favore degli operatori culturali ed artistici della città,impossibilitati ad operare a causa delle restrizioni previsti dal Dpcm del Governo;

 

  1. e) creazione in forma strutturata e permanente per l’erogazione di contributi economici alle classi meno abbienti e parallela creazione di un banco alimentare per la distribuzione di beni di prima necessità,con il coinvolgimento dei servizi sociali e della Protezione Civile comunale,creando un presidio presso la Cittadella del Volontariato in Via martiri di via Fani presso la scuola Chiara Lubik;

 

f)fornitura urgente ed inderogabile di tutti i mezzi di protezione Dpi in favore degli operatori di polizia locale e di tutti i dipendenti comunali impegnati in servizi essenziali;

 

Nell’ottica del necessario pareggio di bilancio,previsto dalla legge,si precisa che i fondi  per il finanziamento delle misure richieste possono essere attinti,dipendendo la programmazione solo ed esclusivamente dalle decisioni del consiglio comunale, dai seguenti capitoli :

 

-Euro 800.000 dalla prevista e non approvata creazione di un sistema di ZTL;

 

-Euro    57.200 dal previsto e non approvato cachet a favore del cantante individuato all’interno della festa patronale;

 

-Euro 300.000 circa dalla gestione dei contenitori culturali;

 

Euro  750.000 dalle spese  per gli spettacoli di vario genere previsti e non approvati;

 

Importi derivanti dalle sopravvenienze attive maturatesi a causa della chiusura sine die delle commissioni consiliari a seguito delle quali si saranno sospesi i gettoni di presenza;

 

 

 

 

 

I consiglieri comunali

 

Leo Iaccarino

Luigi Fusco

Erminia Roberto

Alfonso Fiore

Liliana Iadarola

Francesco D’Emilio

Bruno Longo

 

 

 

 

 

Condividi sui Social!