Droga nella ex pista, tre arresti della polizia

Blitz della polizia nella baraccopoli di Borgo Mezzanone, nell’area adiacente al Cara. Gli investigatori della squadra mobile e degli agenti del Reparto Prevenzione Crimine “Puglia Settentrionale”, hanno controllato un manufatto abusivo adibito a discoteca, nell’ambito di una attività di polizia giudiziaria, coordinata dalla Procura della Repubblica di Foggia, finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. Durante la perquisizione i poliziotti hanno sorpreso tre extracomunitari, due gambiani ed un cittadino del Mali, mentre stavano confezionando dosi di sostanza stupefacente. I tre sono  stati trovati in possesso di un sacchetto trasparente contenente circa 100 grammi di marijuana essiccata ed, utilizzando della carta d’alluminio per alimenti, avevano di già confezionato 31 dosi pronte per essere messe in commercio. Nel corso della perquisizione personale effettuata è stata trovata anche una chiave adulterina e una somma di denaro pari a poco meno di cento euro L’arresto si inserisce in una più ampia operazione della polizia  per contrastare i fenomeni delittuosi nell’insediamento spontaneo di Borgo Mezzanone. Nell’ex pista di Borgo Mezzanone il primo agosto scorso sono stati arrestati un nigeriano – trovato in possesso di 60 grammi di marijuana suddivisa in dosi e di 2 bottiglie, ciascuna da due litri, contenenti semi e piante di canapa in infusione – e un gambiano, destinatario di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Foggia per i reati di tentato omicidio e ricettazione in relazione all’accoltellamento di un connazionale avvenuto il 28 aprile dello scorso anno. Inoltre il 10 ottobre scorso è stato arrestato un cittadino senegalese per detenzione ai fini di spaccio di 51 dosi di marijuana, pari a circa 80 grammi; mentre il 7 novembre successivo in una baracca del ghetto sono stati sequestrati  due chili e mezzo di marijuana.

Condividi sui Social!