Foggia: arrivano i burattini in città

Se il 19 e il 20 settembre a Foggia vi capiterà di incontrare piccoli omini colorati – dalla testa di legno e il corpo di pezza – a spasso per il centro storico nessuna paura: è una magia curata e promossa dall'Assessorato alla Cultura in collaborazione con l’associazione 'Di terra di mare' di Esther Fracasso. Foggia vivrà un weekend tra il surreale e l'incantato grazie al primo Festival di teatro di figura per famiglie: 'Burattini a spasso per la città', che regalerà di certo un tuffo nel passato delle arti antiche – dall'indiscusso fascino – uno spettacolo assicurato per grandi e piccini. Piazza Umberto Giordano sarà il palco dove prenderanno vita le avventure dei piccoli pupazzi sapientemente mossi dalla mani della pluripremiata compagnia foggiana Burambò – degli artisti Daria Paoletta e Raffaele Scarimboli – che produce e distribuisce spettacoli di figura, esportandoli sia in Italia che all'estero. La compagnia – già vincitrice di ben due “Eolo Award” nel 2012 con “Secondo Pinocchio” come spettacolo migliore di Teatro di figura – ha riacceso la tradizione legata alla famiglia foggiana Matera che, a partire dagli anni ’50 e fino agli anni ’70, rappresentava le avventure dei pupi Orlando e Angelica nei locali accanto al Teatro comunale.

Spazio alla merenda – preparata da Panterrone e Sweet Lab, con i dolci fatti in casa – e ai giochi antichi, come quello delle cinque pietre, che saranno riscoperti e condivisi grazie all’associazione culturale Casarmonica di Ceglie Messapica, organizzatrice del Festival dei Giochi e delle Tradizioni.

"'Burattini a spasso per la città' vuole essere dunque un'occasione per ritrovarsi e confrontarsi, per vivere la città con gioia e divertimento, riscoprendo luoghi e tradizioni, storia e cultura popolare, guardandole attraverso lo stupore degli occhi dei bambini – commenta l’assessore alla Cultura del Comune di Foggia, Anna Paola Giuliani –. Una iniziativa in cui l’Amministrazione comunale ha creduto e crede, nella convinzione che è anche attraverso eventi come questo che Foggia saprà ritrovarsi”.

Crediamo, come sempre, che la cultura vada sostenuta e nutrita a partire dalla più tenera età – aggiunge il dirigente del Settore Cultura del Comune di Foggia, Carlo Dicesare –. Proprio per questo l’Amministrazione comunale non può non essere in parte attiva in questo tipo di iniziative”.

Redazione

Condividi sui Social!