Foggia, una targa in via Lanza in ricordo di Luigi Sbano

Fu avvocato, giornalista e primo Sindaco di Foggia eletto dal Comitato di Liberazione Nazionale: Foggia ricorda Luigi Sbano, a settantaquattro anni dalla designazione a componente della Consulta Nazionale.
Una cerimonia celebrativa ha radunato istituzioni e familiari del noto politico in via V. Lanza dove al civico 14 (luogo in cui visse e operò) da oggi spicca una targa in pietra.

Intellettuale, difensore strenuo dei diritti di questa città, Sbano operò proficuamente, con grande spirito di abnegazione e profondo senso di responsabilità, in numerose cariche pubbliche: la commemorazione avviene proprio nel giorno in cui la città è attraversata dal ricordo del più grave dei bombardamenti che, nel 1943, nel pieno della Seconda Guerra Mondiale, rase al suolo il capoluogo dauno. Da alcuni definito “meridionalista illuminato” o “intellettuale riformista” Luigi Sbano fu tra coloro i quali si adoperarono per ricostruire Foggia, favorendo la coesione tra i cittadini e avviando imprese per attrarre capitali pubblici e privati.

Questo il messaggio del governatore della Puglia Michele Emiliano: “Ricordare è un modo per far tesoro del passato e un modo per affrontare il futuro”. “Sono certo che questa iniziativa, in ricordo di un Sindaco che si è speso per i grandi valori della Repubblica, riuscirà a coinvolgere e incuriosire tanti ragazzi e ragazze di Foggia cosicché possano continuare a riflettere – attraverso la figura di Sbano – sulla tragicità della guerra, ma ancor più sulla necessità di costruire percorsi di vita basati sulla solidarietà e sulla fratellanza dei popoli”.

Condividi sui Social!