Francesca Rondinone nella giunta regionale Coni

Ancora soddisfazioni per lo sport di capitanata, dopo l’elezione a Consigliere Nazionale della Federazione italiana di Atletica Leggera prof. Domenico Di Molfetta, il 13 marzo , presso il PalaFlorio di Bari, si è tenuta l’assemblea elettiva del Coni Puglia, durante la quale si sono svolte anche le votazioni per i componenti della giunta regionale. Tra i membri eletti l’avvocato Francesca Rondinone, già vice presidente Regionale del CONI Puglia nel passato quadriennio, e che quindi farà parte dell’esecutivo regionale per il quadriennio 2020/2024 . La Rondinone, stimata ed affermato avvocato penalista, non ha mai abbandonato la sua passione per lo sport, da un passato di grande atleta del nuoto, a tecnico della FIN, fino ad arrivare alla carriera dirigenziale. Lunghissimo il suo curriculum sportivo inanellato negli ultimi anni; vice delegato del CONI Foggia, Probivira della FIEFS, delegato del Comitato Italiano Paralimpico di Foggia, dal 1996 fiduciario provinciale di Foggia per il Salvamento della FIN ed una dei pochi maestri di salvamento della nostra regione, e Delegata regionale del Pentathlon Moderno riconfermata, anche in questo caso, per il prossimo quadriennio. Le prime parole del avv. Rondinone sono state di ringraziamento per tutti i presidenti e delegati regionali, di tutti gli sport , che hanno espresso il loro consenso per la sua rielezione. L’aver riportato la rappresentanza della nostra provincia nella Giunta (assolutamente non scontata) è stata una vittoria del nostro sport, dimostrazione di una attenta politica sportiva portata avanti negli ultimi anni con lo stile che ci contraddistingue: lealtà e capacità. “E’ un momento
particolarmente difficile per il nostro paese, e chiaramente anche per lo sport, a causa della pandemia, afferma l’avvocato foggiano, e, con la giunta tutta, dovremo essere più che mai di supporto a tutte le realtà sportive insistenti nella nostra regione: Federazioni, Enti di promozione sportiva , discipline associate e associazioni benemerite, e soprattutto essere ancora più capillari nei contatti con il territorio con società sportive , tecnici, atleti e dirigenti. La preoccupazione, continua la Rondinone, è soprattutto rivolta ai bambini ed ai giovani che soffrono la mancanza di gioco sportivo e di attività fisica , così importante nella loro fascia d’età, e che purtroppo le tante società bloccate dai DCPM non possono far svolgere ai nostri ragazze e ragazzi . Sono molto onorata di rivestire nuovamente questo prestigioso ruolo nel mondo sportivo a cui ho dedicato tanto della mia vita e che continuerò a seguire con sempre più vivo impegno per lo sport in genere ma soprattutto per difendere la nostra capitanata, spesso dimenticata. Sono altresì contenta di poter continuare il mio mandato con l’assessore allo Sport della Regione Puglia , il conterraneo Raffaele Piemontese, che ben ha interpretato, e interpreta, le esigenze dello sport pugliese e di capitanata, e con cui ci è sempre stata perfetta sintonia.

 

Condividi sui Social!