I fanti dell’Esercito della “Torino” donano il sangue per l’emergenza Coronavirus

Si è svolta presso la caserma “STELLA” di Barletta una giornata all’insegna della generosità: i fanti del “TORINO” hanno infatti aderito alla chiamata dell’Associazione Volontari Italiana Donatori di Sangue (AVIS) – sezione della provincia di Barletta-Andria-Trani, guidata dal Dott. Francesco Marino, per una raccolta di sangue straordinaria, particolarmente necessaria in questo periodo di emergenza sanitaria, determinata nei mesi scorsi da un netto calo di affluenza presso i centri trasfusionali per la nota pandemia da Coronavirus. Severissimi  sono stati i protocolli di sicurezza, che al di là dell’anamnesi del donatore hanno anche previsto l’analisi del sangue e di emoderivati, la donazione, quindi, è stata possibile solo dopo aver superato tutti questi controlli. L’82° Reggimento, unità alle dipendenze della Brigata meccanizzata “Pinerolo”, negli ultimi anni è sempre stato in prima linea nella donazione del sangue con raccolte periodiche, soprattutto nella stagione estiva, ha accolto subito questo accorato appello straordinario e ha prontamente diffuso la notizia tra i militari del proprio reparto. La risposta dei fanti del “Torino” non si è fatta attendere, animati da uno scopo nobile quale quello di salvare vite, hanno massicciamente risposto tenendo fede al motto “Noi ci siamo sempre!” garantendo prontamente la loro disponibilità. Anche questo atto di sensibilità e generosità rientra tra le  numerose attività promosse volontariamente da tutti i soldati della Brigata Meccanizzata “PINEROLO” che sono  impegnati a fronteggiare attivamente, come i colleghi in tutta Italia, la crisi in atto operando ininterrottamente nell’ambito dell’Operazione “Strade Sicure” al fianco delle forze dell’ordine e  fornendo  supporto logistico per il trasporto dei dispositivi di protezione individuale in concorso con le Protezioni Civili di Puglia e Basilicata. “L’auspicio, oltre che venire incontro ad una tangibile necessità e fronteggiare l’emergenza, è che tale esempio venga seguito da molti cittadini, affinché un gesto di grande altruismo e senso civico come quello di scegliere di donare sangue diventi un’azione comune, volta alla tutela della salute e al bene della collettività”  ha sottolineato il Comandante dell’ 82° Reggimento fanteria “Torino”, Col. Sandro Iervolino, che al termine della giornata, ha voluto esprimere un sentito ringraziamento alle Associazioni locali che come l’AVIS si prodigano quotidianamente per aiutare il prossimo e coloro i quali sono in difficoltà ed un plauso alle donne e gli uomini dell’Esercito Italiano e dell’82° Reggimento fanteria “Torino” impegnati in prima linea per l’emergenza COVID. La loro costante presenza sul territorio costituisce da sempre un punto di riferimento per la nazione intera e per la comunità locale, oggi ancora #dipiùinseme #alserviziodelpaese e al fianco dei cittadini.

Condividi sui Social!