Omicidio D’augelli: ci sarebbe un testimone del delitto

Ci sarebbe un testimone per l’omicidio di Francesco Pio D’augelli, il 17enne di San Severo, nel foggiano, ucciso con una coltellata al fianco inferta da un 15enne reo confesso e destinatario di un decreto di fermo per omicidio volontario emesso dalla procura di Foggia. Nel corso dell’interrogatorio di ieri pomeriggio il 15enne ha ripercorso tutte le tappe dell’incontro di lunedì sera con il 17enne spiegando che ci è andato in compagnia di un amico, suo coetaneo che avrebbe assistito anche al delitto. Il 15enne ha fornito il nome del ragazzo che peraltro sarebbe stato anche inquadrato dalle immagini delle telecamere della videosorveglianza visionate dagli agenti della squadra mobile di Foggia.   Un omicidio, quello del 17enne, maturato per motivi passionali e, in particolare, per la gelosia per la fidanzata della vittima. Durante l’interrogatorio il 15enne  ha ammesso di aver conosciuto sui social la ragazza con cui avrebbe scambiato alcuni messaggi. Ma poi è finito tutto. Sabato scorso la vittima e il 15enne si sono incontrati in un lido a Marina di Lesina durante il quale il 17enne avrebbe chiesto il perché di quei messaggi. Lunedì sera la vittima avrebbe incontrato il 15enne per parlare. L’assassino ci è andato, con un coltello a serramanico acquistato on line e che, poi, ha consegnato agli investigatori. Durante l’incontro D’augelli avrebbe colpito il 15enne con due pugni: così il reo confesso ha estratto il coltello con l’intento – ha ribadito agli inquirenti – di allontanare il 17enne. Dopo averlo colpito è fuggito: non pensava però di averlo ucciso. Il 15enne si è costituito ieri mattina alla questura di Foggia dove si è presentato accompagnato dal suo avvocato. L’attività investigativa, avviata dalla Polizia di Stato attraverso la visione dei sistemi di video sorveglianza insieme ai racconti dei testimoni del grave episodio criminoso, ha consentito di ricostruire immediatamente la dinamica dell’evento delittuoso e identificare il presunto autore, che si è reso irreperibile fino alla sua costituzione in questura. Intanto nel pomeriggio potrebbe esser conferito l’incarico per eseguire l’autopsia sul corpo del 17enne.

Condividi sui Social!