San Severo, colpi di pistola contro l’abitazione di Matteo Anastasio

Alcuni colpi di pistola a salve sono stati sparati a San Severo, nel foggiano, contro l’abitazione di Matteo Anastasio, il 42enne morto in un agguato messo a segno domenica 11 luglio. Stando ad una prima ricostruzione, una persona – molto probabilmente a bordo di una motocicletta – ha sparato con una pistola caricata a salve. Non ci sarebbero feriti. Sul posto sono intervenuti gli agenti di polizia che hanno avviato le indagini.  Matteo Anastasio, mentre era su uno scooter, con il nipote,  era stato raggiunto, nel corso dei festeggiamenti per la vittoria dell’Italia ai campionati europei di calcio, da alcuni colpi di pistola sparati da due killer.  Ferito il nipote, un bambino di sei che ora è ricoverato in gravi condizioni nell’ospedale pediatrico di Bari.

Condividi sui Social!