Strage di San Marco: Libera ricorda l’omicidio dei fratelli Luciani

A due anni dalla strage che uccise Luigi e Aurelio Luciani, a San Marco in Lamis, Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie organizza una giornata di memoria e di confronto. Alle 8 di oggi c’è stato un momento di riflessione e commemorazione presso la stele innalzata nella vecchia stazione di San Marco in Lamis, luogo in cui è avvenuta la strage, con interventi delle Istituzioni, dei familiari e le conclusioni di don Luigi Ciotti, presidente di Libera. Il pomeriggio, alle ore 18.30, presso la chiesa della SS. Annunziata, l’arcivescovo della Diocesi di Foggia-Bovino, Mons. Vincenzo Pelvi, presiederà la celebrazione eucaristica in ricordo dei fratelli Luciani. A seguire, dalle ore 20, in Piazza Madonna delle Grazie, all’interno della rassegna “Pagine d’Autore” curata dall’associazione cuoriAperti, si terrà la presentazione del libro “Ti mangio il cuore” alla presenza dell’autore Giuliano Foschini, con un momento conclusivo a cura del presidio di Libera di San Marco in Lamis. Questa intensa giornata è necessaria per continuare a tenere accesa la memoria dei Luciani e per rilanciare l’impegno sul territorio, già sfociato lo scorso inverno nella costituzione del presidio cittadino intitolato ai due fratelli. Sarà anche un modo per essere accanto ai familiari delle vittime nella richiesta di verità e giustizia. Tale volontà è emersa chiaramente già nel momento in cui Libera si è costituita parte civile al processo Caterino. Al contempo, però, occorre continuare a coinvolgere la comunità locale e a lavorare con essa per un cambiamento importante in un territorio, come quello del Gargano, che sta vivendo una grande fase di transizione.

Condividi sui Social!