Università: la lettera di Lo Muzio che apre una campagna elettorale volta al rinnovamento

“L’Università ha bisogno di persone che non si accontentino di voltare pagina, ma di cambiare libro”. Si chiude con questo messaggio la lettera che Lorenzo Lo Muzio ha inviato alla Comunità Universitaria per annunciare la sua candidatura a Rettore. “Dopo un periodo difficile è arrivato il momento di ripensare ad un rinnovamento radicale dell’Università”, scrive Lo Muzio. Un sottile ma chiaro riferimento alle annunciate candidature di Limone e Sevi che, data la vicinanza a Ricci, costituirebbero una scelta di continuità con l’attuale governance. Ecco perché nella sua lettera, Lo Muzio fa appello all’ ascolto e al dialogo, con un invito a contribuire alla elaborazione delle linee programmatiche per la definizione degli interventi fondamentali per iniziare un nuovo percorso di crescita da intraprendere come comunità coesa, unita e partecipativa. Così il professor Lorenzo Lo Muzio, Direttore del Dipartimento di Medicina Clinica  e Sperimentale dell’Università di Foggia, ha aperto ufficialmente la sua campagna elettorale. Le sue parole chiave? Condivisione e partecipazione per rilanciare l’Ateneo. Parole non casuali, visto che sulla candidatura di Limone restano molti dubbi e perplessità non solo legati all’alleanza con Ricci, che continua a non piacere, ma anche sulla sua giovane età. Limone probabilmente vuole approfittare di un momento favorevole della sua carriera universitaria che lo ha visto, meno di un anno fa, conquistare il ruolo di Direttore del Dipartimento di Studi Umanistici. Un ruolo che evidente non soddisfa le ambizioni del giovane leccese che, a sorpresa, ha deciso di candidarsi con il sostegno di Ricci e forse dello stesso Sevi che potrebbe fare un passo indietro accontentandosi del secondo posto come pro-rettore vicario.

Tommi Guerrieri

Condividi sui Social!